SDRENG - Gruppo SDRENG o gruppo di pazzi?

SDRENG

Gruppo SDRENG o gruppo di pazzi?

Newspryng

2 settembre 2014 di du hängst

Esiste un sito per raccogliere fondi per il giornalismo d’inchiesta.
A lanciare la piattaforma è stato un inglese che a luglio ha messo online la versione beta di newsprying.co.uk.
Il sito è dedicato al crowd funding del giornalismo indipendente e mira ad aiutare i free lance con buone idee ma senza fondi.
“Un posto dove chiunque abbia una buona storia possa raccogliere finanziamenti direttamente dai lettori.”
Spiega il fondatore Matthew Chapman.
L’obiettivo di Newspryng è un giornalismo che torni a mettere al centro la qualità, liberandolo dall’ossessione della pubblicità e di click.

Categorie: Blog - Siti SDRENG, Economia SDRENG, Sociale SDRENG | Tags: , , , , | 4 Commenti »

Un mese fa chiudeva L’Unità

1 settembre 2014 di du hängst

Non ritiene che se un giornale non riesce a stare sul mercato sia giusto che chiuda?
Non crede che la crisi de l’Unità sia legata alla crisi in generale della sinistra?

Sono interrogativi sorprendenti, ma anche illuminanti.
La prima domanda rivela, infatti, che persino tra i colleghi è ormai passata l’idea che l’informazione sia solo e soltanto un prodotto commerciale e, come tale, soggetto alle regole dure ma pure del mercato: i giornali sono aziende e come tali vivono o riescono a sopravvivere solo se i bilanci sono in attivo o se c’è qualcuno che copre il passivo. Altrimenti chiudono.
Il ragionamento non fa una grinza, se non fosse che l’assunto di partenza è incompleto, pertanto sbagliato. I giornali, e l’informazione in generale, non sono soltanto un prodotto: sono anche, forse soprattutto, uno strumento indispensabile per il corretto svolgimento della vita democratica. E infatti esiste un articolo della che protegge ed il diritto alla libertà di espressione (e dunque di informazione). Colpisce in questo senso l’attenzione che gran parte della stampa e del mondo politico hanno dato al tema del finanziamento pubblico all’editoria senza che eguale attenzione sia stata più rivolta ai grandi temi del conflitto di interessi, delle concentrazioni editoriali, della mancanza di tetti alla raccolta pubblicitaria. Togliere i finanziamenti pubblici è ovviamente possibile, ma farlo senza introdurre regole di mercato più eque significa eliminare dalla scena i giornali più deboli e le voci meno protette. Un’informazione per pochi milionari: nemmeno Orwell sarebbe arrivato a tanto.

La seconda domanda riguarda l’idea che il successo di un giornale politico sia legato a quello dell’area politica di riferimento. E siccome la sinistra è in crisi (troppo incerta e divisa, persino superata dice qualcuno) ecco che l’Unità subisce lo stesso destino. Questa chiave di lettura significa molte cose. La prima che il PD (che in tutta evidenza non è in crisi) non viene avvertito come partito di sinistra. La seconda che L’Unità che viene indicata come “giornale del PD”, non viene vista come giornale vicino al PD. La terza che un giornale politico viene inteso più come una bandiera da sventolare, che come strumento per capire il mondo e magari cambiarlo, dimenticando che è proprio nei momenti di passaggio, dunque di crisi, che l’informazione, soprattutto quella politica, diventa ancora più utile e preziosa.

Di Luca Landò
Via Left N. 30 del 9 agosto

Categorie: Economia SDRENG, Politically incorrect SDRENG | Tags: , , , , , , , , , , , | 15 Commenti »

Tregua permanente a Gaza,

27 agosto 2014 di du hängst

La striscia di Gaza è in festa dopo l’annuncio del presidente Abbas sul raggiungimento di una tregua permanente con Israele per mettere fine a sette settimane di combattimenti a Gaza.

La tregua è entrata in vigore alle 19. L’accordo prevede un cessate il fuoco illimitato e un patto con Israele per allentare il blocco sulla Striscia per permettere il passaggio di soccorsi e dei materiali necessari per la ricostruzione di Gaza.

Su questioni più delicate e importanti dovrebbero cominciare tra un mese, tra gli argomenti ci dovrebbe essere la richiesta di Hamas di riaprire l’aeroporto e di avere un porto.

Speriamo solamente che questa tregua duri e speriamo magari di ricevere anche notizie positive dal fronte ucraino.
Sarebbe veramente una bella cosa.

Categorie: Politically incorrect SDRENG, Sociale SDRENG | Tags: , , , , | Nessun commento »

Quanto strada da fare.

26 agosto 2014 di du hängst

L’ex stella dell’Egitto e dell’Al Ahly Mohamed Abou Treika ha rifiutato l’invito a partecipare alla partita della Pace del primo settembre prossimo voluta da Papa Francesco: “Ho rifiutato l’invito per la partecipazione di sionisti. Stiamo dando un esempio alle nuove generazioni”, ha scritto su Twitter il 35enne ex attaccante, che ha chiuso lo scorso anno la sua carriera di calciatore.

Il rifiuto di Abou Treika sarebbe dovuto alla presenza alla partita dell’ex centrocampista israeliano Yossi Benayoun, ex giocatore di Liverpool e Chelsea.

Proprio durante la Coppa d’Africa del 2008, Abou Treika aveva pubblicamente dimostrato il suo sostegno ai palestinesi: dopo aver segnato un gol contro il Sudan, infatti, si era alzato la maglietta mostrando una t-shirt con la scritta “Sympathize with Gaza”, per protestare contro l’isolamento imposto da Israele.

La partita per la pace voluta dal Pontefice si terrà allo stadio Olimpico di Roma, organizzata per unire nel nome dello sport persone di diverse religioni.

Unire in nome dello sport…

Se neanche lo sport riesce a superare queste barriere e se neanche in una partita di calcio organizzata dal pontefice queste barriere crollano, l’unico pensiero che mi passa per la mente è che la strada è veramente tanto lunga e ardua per superare certi ostacoli, se mai poi si riuscirà a superarli.

Categorie: Sociale SDRENG, Sport SDRENG | Tags: , , , , , , , , , , , | 6 Commenti »

Riprendiamo.

25 agosto 2014 di du hängst

Tra i vari impegni lavorativi, le vancanze sono stato assente per più di due mesi.
Oggi rientro dalle ferie, due settimane fatte in agosto e poco più di altre due settimane fatte in luglio e usate per girare la Mongolia.

Forza e coraggio Du, oggi si rientra nel solito noioso tran tran, che visto la situazione economica in generale non disdegno affatto, anzi meno male che ancora ho un tran tran.

Buon rientro a tutti dalle ferie.

Categorie: Vita SDRENG | | 2 Commenti »

Coerentemente incontra l’Ukip

29 maggio 2014 di du hängst

Grillo non fa alleanze in italia, ma in Europa incontra Farage, leader dell’Ukip, partito della destra inglese.

L’Ukip non è solo un partito euroscettico, ma si contraddistingue per uno spiccato nazionalismo (alla La Russa diciamo), una concezione dell’economia estremamente liberale, una visione dell’immigrazione (anche intra europea, quindi italiani compresi) alquanto ristretta e molti punti interrogativi sui diritti civili, come l’obiezione ai matrimoni tra persone dello stesso sesso.

I leader dei due partiti euroscettici si rivedranno tra qualche settimana. Nella nota dell’Ukip si definisce il colloquio come una “mossa che dovrebbe incutere timore ai burocrati di Bruxelles”. Entrambi i leader “sono convinti dell’importanza della democrazia diretta in Europa per raggiungere il cambiamento”.

Una fonte dell’Ukip ha confermato che “Nigel Farage e Beppe Grillo hanno discusso a pranzo di una potenziale alleanza. I rapporti sono buoni, ma nulla per ora è deciso. Non è stato firmato nulla, ma i negoziati sono cominciati”. L’Ukip vuole un referendum per far uscire la Gran Bretagna dall’Europa. Grillo vuole un referendum per far uscire l’Italia dall’euro. La novità è che Grillo cerchi alleanze in Europa, dopo averle rifiutate in Italia.

Neanche una settimana fa citava Berlinguer e con l’altro leader del suo Movimento, Casaleggio, faceva inneggiare il suo nome in piazza…

Inneggiare a Berlinguer e aprire una trattativa per un’alleanza con un partito come L’Ukip? Certo che per un partito che si vanta della sua coerenza… A proposito di coerenza, sembra proprio che non si dimetterà…

Categorie: Politically incorrect SDRENG | Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 Commenti »

Tutta colpa dei pensionati.

27 maggio 2014 di du hängst

Il Sig. G. incolpa i pensionati, che non pensano al futuro dei loro nipoti, della sua sconfitta.

La colpa scaricata sugli elettori, non vi ricorda qualcuno? Non fa nessuna autocritica politica, non ha nessun dubbio di come ha condotto la campagna elettorale o di come ha gestito le mosse politiche del suo movimento all’opposizione. Come si fa a non dargli ragione? E’ logico no? I pensionati hanno impedito a due milioni e mezzo di persone di votare il M5S.

Ho fatto caso ad una cosa negli ultimi anni, inaugurata dal Sig B., il mal costume di non congratularsi mai con i vincitori.
Qualcuno ha sentito il Sig. G. complimentarsi e augurare buon lavoro a chi ha vinto? Magari pensare di essere costruttivo e non solo distruttivo?

Stavolta bisogna che la gente capisca che dobbiamo fare un culo così a tutti. Perché su una cosa non ho dubbi: o vinciamo, o stavolta davvero me ne vado a casa. E non scherzo.
Il Sig. G.

Che farai? Dimostrerai che sei diverso da chi insulti? Oppure…

Categorie: Politically incorrect SDRENG, Sociale SDRENG | Tags: , , , , , , , , , , , | 3 Commenti »

Benedetta coscienza.

26 maggio 2014 di du hängst

Votare ho votato, ma mai come questa volta la tentazione di non andare è stata così forte.

Arrivato al seggio alle 9, mi è sfuggita a mezza voce quest’affermazione:
“Coscienza mi hai portato qui, ma ora sono caxxi miei e tu te ne freghi…” Sorvolo sulla faccia della presidente del seggio…

Ora aspettiamo i risultati, che so già che comunque non mi piaceranno…

Ci aggiorniamo tra qualche ora.

Categorie: Deliri - SDRENG, Politically incorrect SDRENG | Tags: , , | 2 Commenti »

Che la forza sia con voi.

22 maggio 2014 di du hängst

Se vincono le europee, vogliono governare l’italia.

Se vincessero le politiche, vorranno governare l’Europa?

E se con una debita equazione si accorgessero di avere più voti del Partito Democratico USA pretenderebbero di avere la Presidenza?

Il problema non esiste, se vincono con la percentuale che ha dichiarato a Pescara il Grillo Urlante (97%), potranno chiedere anche il governo di tutte le galassie confinanti con la nostra, dando giustificazione al loro nome.

Ministri ovviamente Obi Casa One Leggio e Sky Grillo, sperando che non vengano sopraffatti dal lato oscuro…

Che la forza sia con voi!

Categorie: Deliri - SDRENG, Politically incorrect SDRENG | Tags: , , , , , , , , , , , | Nessun commento »

Una splendida giornata

20 maggio 2014 di du hängst

Adoro il periodo preelettorale per l’elezione del Sindaco della mia città. Qui o di nome o di vista ci si conosce tutti, non è raro quindi incontrare qualcuno che ti ricorda che si presenta alle elezioni.

E’ così che sabato passato, con Marz e Rotì mentre si faceva colazione e si programmava l’ennesima grande fuga del sabato sera, che poi si tramuta sempre in un’imbarazzante bufala, ci siamo visti offrire la colazione.

Non ci potevamo credere, era una vecchia conoscenza, famosa per avere le braccia talmente corte da non arrivare mai a prendere il portafoglio…

Saldato, per lui, l’immane conto, ci chiede come stiamo, se va tutto bene insomma le solite cose, per informarci poi che si sarebbe presentato come consigliere alle comunali.

Sono commosso, esordisco, sinceramente non so cosa dire, cioè io non me lo sarei mai aspettato, veramente che posso dire?
Rotì: Tutto avrei pensato meno questo, senza offesa, ma mi hai lasciato di stucco!
Marz: Qualsiasi cosa dica potrei rovinare questo momento.
Lui rimane perplesso, capisce che qualche cosa non va in queste esagerazioni e sorride un pochino forzatamente.
Du: Cioè veramente tu che paghi e offri qualche cosa! Come si fa a non commuoversi, la tua non è una scelta politica, ma una vocazione politica!
Ci guarda sorridendo: Certo che voi tre non cambiate proprio mai eh! Buona giornata ragazzi.
Marz: E’ già splendida credici, è già splendida!

Categorie: Curiosità SDRENG, Deliri - SDRENG, Politically incorrect SDRENG | Tags: , , , | 2 Commenti »